Articoli marcati con tag ‘marco messineo’

“Surrogati, silenzi e altre amenità necessarie” di Marco Messineo

messineo“Surrogati, silenzi e altre amenità necessarie” è il terzo lavoro, dopo gli ep “Le più nere speranze” e “Scatola Nera”, Marco Messineo ne è il fautore, sia dei testi che delle composizioni musicali, assieme alla collaborazione di Gregorio Caimi, Dario Li Voti, Giacomo Buffa, Alfredo Giammanco e Claudia Marchetti.

I nove brani che ne fanno parte sono la prova dell’impegno e della passione che spinge Marco a scrivere usando parole schiette e sincere sommerse in atmosfere razionali. Si punta ad un rock leggero al quale però viene dato meno spazio rispetto alla voce, sempre protagonista ed in primo piano. Ciò che emerge dall’ascolto dell’album e evidentemente l’emozione dell’autore che conduce la propria voce verso suoni e tonalità sospesi in ambienti il cui clima talvolta è lento e malinconico, altre volte più duro e deciso. I brani sono belli all’ascolto ed anche abbastanza personalizzati sebbene lo stesso disco richieda più ascolti per poter essere in pieno apprezzato. Invece emerge immediatamente la capacità di Marco di trasformare ogni brano verso toni quasi colloquiali, rivolgendosi all’ascoltatore e facendolo sentire più presente e coinvolto, brano dopo brano.  In sottofondo poi i suoni delicati e curati contribuiscono a dare maggiore espressione alle parole. Nella voce, nelle melodie e nei testi compare dunque il grande interesse dell’autore di far sentire la propria freschezza, le proprie motivazioni e i propri pensieri. Così i brani portano alla luce un lato sia affettivo che disinvolto al tempo stesso, in grado di legarsi facilmente alle sonorità mature e decise.

Marco Messineo è un bravo musicista ed ottimo cantante che ha coltivato la sua esperienza e sapienza musicale con piacere. Egli propone un “cantautorato” delicato e sensibile diretto sicuramente ad un pubblico maturo che potrà gradire ed apprezzare l’intero contenuto dell’album.

Tracklist:
01. Come un ricordo dalla faccia cattiva
02. Non sono il tuo stereotipo ideale
03. Politichese
04. E’ come sanguinare
05 Contro le forze del male
06. Il capodanno del ’99
07. Per perdere ogni rima
08. Ed era questa la rivoluzione che avevamo tanto atteso
09. Dal giornale di domani

Con la collaborazione di:
Gregorio Caimi, (alle chitarre e alla produzione)
Dario Li Voti (alla batteria)
Giacomo Buffa (al basso e al contrabbasso)
Alfredo Giammanco (alle tastiere)
Claudia Marchetti (alle chitarre)

MySPace: http://www.myspace.com/marcomessineo

[Recensione a cura di Ida Parlavecchio]