Articoli marcati con tag ‘l’inesatto vanderlei’

“L’inesatto” dei Vanderlei

vanderleiLa band, nata nel 1999 come Kybbutz, cambia nome nel 2005 dando vita ad un nuovo progetto, quello dei Vanderlei. I cinque bolognesi hanno conservato comunque una certa esperienza durante il loro primo progetto che ha permesso loro di arricchire il proprio curriculum musicale grazie a numerose presenze live affiancati anche da band rinomate come i Verdena, i Meganoidi o i Modena City Ramblers per volerne citare alcuni.

Il nuovo progetto ha all’attivo un Ep, “1234” (2007) ed il primo album, “L’inesatto”, del quale parleremo, che ha visto anche la preziosa collaborazione dell’ex componente dei Scisma, Paolo Benvegnù. Nove brani dotati di una grande forza e sicurezza che la band intende mostrare, una band che sa il fatto suo e che presenta sicuramente una buona preparazione tecnica e musicale da parte di ogni componente. Nell’album si coglie particolarmente il grande apporto dato da Paolo Benvegnù che si è preso cura della produzione artistica. Quella dei Vanderlei non è una band alle prime armi data l’accertata esperienza pluriennale e la capacità di dar prova delle loro abilità. In realtà non pensiamo abbiano dato il massimo con la creazione del disco che non è per nulla cattivo ma manca comunque di alcuni aspetti che l’avrebbero sicuramente reso un album di qualità. Parliamo di scioltezza musicale, un particolare che manca in quanto i brani sembrano procedere con indifferenza ed incostanza, ma dando anche l’impressione che vi sia un freno a rallentarne il tutto. La band ha adottato uno stile che esce dagli schemi e cerca di creare delle strutture o forme irregolari, una scelta coraggiosa e, purtroppo, difficile da proporre se non ad una stretta nicchia di spettatori. “L’inesatto” contiene arrangiamenti, riff o ritornelli legati ad un post rock privo di espressione ma non per questo cattivo. La band bolognese potrebbe trovare delle difficoltà ad emergere proprio per questo sound che riesce a spiazzare il pubblico ma contemporaneamente a lasciarlo senza parole.

Speriamo che i Vanderlei riescano a portare avanti il loro progetto, rivolto verso un pubblico che sappia capirli ed apprezzarne le loro divergenze.

Tracklist
1. Cedere
2. L’inesatto
3. Il dunque
4. Pittori
5. Gioco
6. Santissimo Dubbio
7. Il fascino dell’attimo
8. Lobi
9. Graffi

Formazione:
Cristian Volpi [voce e chitarra]
Massimo Gandolfi [chitarra]
Stefano Franchi [chitarra]
Piero Gualandi [basso]
Vincenzo Matozza [batteria]

WebSite: http://www.vanderlei.it/
MySpace: http://www.myspace.com/musicvanderlei

[Recensione a cura di Ida Parlavecchio]